Canale “E” e Rete Montana

“Canale E” ( canale emergency ) Regione Val d’Aosta

 

     La Protezione Civile della regione autonoma della Valle d’Aosta in collaborazione con i servizi analoghi delle regioni confinanti dell’ Haute-Savoie (Francia) e del Valais ( confederazione Elvetica) hanno realizzato una rete radio transfrontaliera , che copre l’intero territorio delle tre regioni , per le chiamate di emergenza in montagna.

     La frequenza utilizzata è in VHF a 161,300 Mhz ( con selettiva a 5 toni) , il segnale è ricevuto da quattro centrali operative , due in Francia , e una per Svizzera ed Italia interconnesse tra di loro .

L’emergenza sarà poi gestita dalla centrale locale di competenza territoriale.

     Il canale è riservato alle sole chiamate di emergenza ed usufruibile dagli utenti della montagna ( professionisti della montagna , gestori di rifugi e piste di sci , alpinisti , escursionisti e praticanti di sport all’aria aperta) , l’utilizzo della frequenza è subordinato ad una richiesta all’amministrazione tramite apposita modulistica.

     E’ necessario prima dell’utilizzo (oltre alla richiesta ) informarsi presso il sito della Regione Valle d’Aosta delle modalità d’uso, postazioni di chiamata e modulistica .

 

info:  Canale E     Istruzioni d’uso   Modulistica

AGGIORNAMENTI

Giovedì 19 settembre 2019

   Per quanto riguarda gli apparati radio da usare mi è stato comunicato che non è possibile configurare radio bibanda tipo Baofeng o similari , va precisato che oltre al problema tecnico della programmazione  la normativa stabilisce che per le frequenze civili (VHF-UHF) si usino apparati omologati e con le sole frequenze adibite al servizio che si vuole usare.

    Queste sono le specifiche rilasciate dalla Regione Autonoma Valle D’Aosta per gli apparati in uso sul Canale E:

 

 ________________________

 

Rete Radio Montana

     Il progetto a livello nazionale nasce dall’idea di un gruppo di quattro persone appassionate di radio ed impegnate nel settore dell’emergenza e della protezione civile con l’intento di incrementare la sicurezza in montagna tramite le comunicazioni radio , che non va a sostituirsi ai tradizionali canali di soccorso.

 

 

     La rete utilizza a livello nazionale il canale 8 delle frequenze PMR 446.09375 MHz con CTCSS 16 (114,8) utilizzato esclusivamente alle comunicazioni e l’interscambio di informazioni sulla sicurezza e l’emergenza in montagna.
     Vengono alternativamente utilizzate la frequenza 145,250 Mhz ( per chi in possesso di autorizzazione ministeriale e nominativo) e il canale 16 della banda cittadina (27 Mhz) con modulazione FM.
( va precisato che l’uso sia dei PMR che dei CB e subordinato ad autorizzazione come da DLG 259 /2003 – Codice delle Comunicazioni Elettroniche)

     Agli aderenti al progetto viene assegnato un identificativo formato da una sigla riferita alla regione di residenza ed un numero progressivo.

Il progetto ha avuto delle collaborazioni ufficiali tra i quali :

-Soccorso Cinofilo Liguria (Nuclei Provinciali di Genova e Savona)
-CISAR – Centro Italiano Sperimentazioni ed Attività Radiantistiche
-FIE – Federazione Italiana Escursionismo
-Commissione SICUREZZA della FIVL – Federazione Italiana Volo Libero
-V.F.F. Research Institute Mare Nostrum e.V.

 

AGGIORNAMENTI

Giovedì 19 settembre 2019

 

    Il CNSAS Lombardo ha siglato un accordo con Rete Radio Montana (RRM) per estendere la rintracciabilità.

   Le comunicazioni avvengono attraverso una frequenza di libero uso, unificata a livello nazionale: non un’alternativa alle modalità già in atto, come 112 NUE, 118, GeoResq, ma uno strumento in più per le comunicazioni e quindi per la sicurezza in montagna.

COMUNICATO

   Una data importante per la Rete Radio Montana, 08 agosto ’19, finalmente, come per le Regioni del Lazio e dell’Emilia Romagna, anche in Lombardia è stato siglato un “ACCORDO di COOPERAZIONE” con il Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico Lombardo.

   Con il presente Accordo si propone lo scopo di contribuire alla diffusione della cultura della prevenzione degli incidenti in montagna, invitando gli utenti del progetto RRM ad osservare le buone norme comportamentali nella pianificazione e svolgimento delle attività in ambiente montano.

 Ciò anche tramite l’utilizzo del portale RERAMONET, con l’inserimento dell’attività dettagliata che si accinge a svolgere, descrizione che potrà essere consultata dal CNSAS Lombardo in caso di richiesta da parte di uno degli utenti della RRM.

   Si intende promuovere, inoltre, l’uso degli apparati PMR-446 sintonizzati sulla frequenza radio denominata “CANALE 8-16”, che potrebbe essere un ulteriore strumento di comunicazione da affiancare a quelli normalmente utilizzati, qualora questi non risultino utilizzabili per qualsivoglia motivazione.

  La Rete Radio Montana è un progetto nazionale che mira ad incrementare la rintracciabilità in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Attualmente propone una frequenza radio di libero uso in banda PMR-446 (UHF), canale 8.16 unificata a livello nazionale, impiegata per l’interscambio di informazioni di sicurezza tra più persone durante le attività in montagna. La potenzialità della rete è direttamente proporzionale al numero di utenti attivi contemporaneamente in un’area geograficamente ristretta.

 La RRM NON è un’alternativa alle classiche modalità di allertamento degli organi preposti al soccorso in montagna, (112NUE/118/CNSAS/GeoResQ), bensì è un “di più”, in caso di emergenza, se il telefono cellulare non dovesse avere segnale GSM/DATI, potreste provare a chiedere aiuto, utilizzando la radio, ad altri utenti della RRM, che potranno eventualmente allertare telefonicamente per voi i soccorsi, ed eventualmente potrebbe mostrarsi un supporto utile in caso di ricerca e successivo soccorso, per avere un collegamento diretto tra l’infortunato e i soccorritori precedentemente allertati.

www.reteradiomontana.it

   Un ringraziamento a tutti i volontari del Soccorso Alpino per il loro operato ed un particolare ringraziamento al CNSAS Lombardo per l’opportunità e la fiducia dataci.

( Dal giornale telematico INFORADIO )