NASA ( National Aeronautics and Space Administration )e NOAA ( National Oceanic and Atmospheric Administration ) hanno dato l’annuncio dell’inizio del 25 ciclo solare , chi fa attività radio in HF sicuramente avrà notato , in particolare in quest’ultimo anno , la mancanza di propagazione che ha fortemente limitato l’attività radioamatoriale , in particolare per i DX.

Si definisce ciclo solare il periodo, lungo circa 11 anni, che intercorre tra un minimo di attivita’ solare ed il successivo minimo. L’attività solare viene misurata in base al numero di macchie solari che compaiono in maniera ciclica e più o meno intensa sulla superficie solare.

     I modi digitali  in particolare con FT8 e FT4   hanno  , anche in presenza  di evanescenza del segnale radio ,permesso di poter collegare ugualmente stazioni lontane ed a volte rare.

    Secondo i dati dei due enti Statunitensi da adesso e sino alla metà del 2023, ci sarà un veloce incremento del numero di macchie solari ed un conseguente aumento del flusso solare che favorirà sempre di più la propagazione delle onde radio.


(Image: NASA/NOAA)

 

     Dalle previsioni il punto migliore del 25° ciclo sarà comunque inferiore da quello del precedente , ma ci auguriamo comunque che ci permetta dei buoni QSO anche per gli appassionati di basse potenze (QRP).

 

( fonte da ERA Magazine 9/20 Giovanni Francia IØKQB)