UNITED KINGDOM: CHANGES TO THE AMATEUR RADIO LICENSING FRAMEWORK 

Ofcom,the United Kingdom’s communications regulator,  has made changes to  UK amateur radio licenses. The key changes with highest impact on the DX  and contesting community are:


° The use of a Regional Secondary Locator (RSL) has become optional. This is the second letter which we use to identify the  DXCC Entity  (D for the Isle of Man, I for Northern Ireland,  J for Jersey, M for Scotland,  U for Guernsey, W fo Wales). For holders of an Intermediate Licence with a callsign starting  with a 2,  the use of an RSL is still mandatory.  All other licensees can choose to either continue using an RSL or drop it.
° Stations in England are allowed to use the RSL ‘E’ if they wish to do so.
° Licensees are allowed to add any suffix they want to their callsign,  following the ‘slash’ symbol (/),  so long as  the station  remains identifiable.
° Holders of full licenses can now operate  1 kW output  on the primary ama-
  teur radio bands (up from 400 W).
“The UK DX and contesting community envisage that most stations will continue to use their  Regional Secondary Locators”,  John Warburton (G4IRN) says.
“However  for contests  where the DXCC Entity is a multiplier,  it is recommended that contest organisers mandate  the use of a prefix  that identifies their DXCC Entity”.


Ofcom, l’autorità di regolamentazione delle comunicazioni del Regno Unito ha apportato modifiche alle licenze radioamatoriali del Regno Unito. I cambiamenti chiave con il maggiore impatto sul’attività DX e sulla comunità radioamatoriale sono:

  • L’utilizzo di un Regional Secondary Locator (RSL) è diventato facoltativo. Questa è la seconda lettera che si usa per identificare l’entità DXCC (D per l’Isola di Man, I per Irlanda del Nord, J per Jersey, M per Scozia, U per Guernsey, W per il Galles). Per i titolari di Licenza Intermedia che inizia con 2, l’uso di una RSL è ancora obbligatorio. Tutti gli altri patentati possono scegliere di continuare a utilizzare una RSL o di abbandonarla.
  • Le stazioni in Inghilterra possono utilizzare la RSL ‘E’ se lo desiderano.
  • I licenziatari possono aggiungere qualsiasi suffisso desiderino al proprio nominativo, utilizzando la “barra” (/), finché la stazione rimane identificabile.
  • I titolari di licenze complete possono ora utilizzare 1 kW di uscita sulle bande radioamatoriali primarie (prima il linite era di 400 W).
    “I DXer britannici e la comunità degli appasionati di contest prevedono che la maggior parte delle stazioni continueranno a utilizzare i loro localizzatori secondari regionali”, afferma John Warburton (G4IRN).
    “Tuttavia, per i concorsi in cui l’entità DXCC è un moltiplicatore, si raccomanda agli organizzatori del concorso di imporre l’uso di un prefisso che identifichi la loro entità DXCC”.

World Radio Day 2024

Il 13 febbraio di ogni anno ricorre la Giornata Mondiale della Radio, proclamata nel 2011 dagli Stati membri dell’UNESCO e adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2012.

In tale data celebra la prima trasmissione radio dalle Nazioni Unite avvenuta nel 1946 , e riconosce la radio indispensabile strumento di libertà di espressione ed il rispetto per le diverse culture e la promozione sociale e culturale.

Diploma “ALLA SCOPERTA DI MARCONI”

Nella ricorrenza dei 150 anni dalla nascita di Guglielmo Marconi ARI Fidenza organizza il diploma “ALLA SCOPERTA DI MARCONI”.

Saranno attivi i nominativi speciali :II4TENC (gennaio) II4INTU (Febbraio) II4SUCC (Marzo) II4DETR (Aprile) II4SEAS (Maggio) II4RDFE (Giugno) II4INNV (Luglio) II4BFRE (Agosto) II4OTSR (Settembre) II4VISN (Ottobre) II4BTFU (Novembre) II4FCGD (Dicembre).

Inoltre saranno attivi anche nominativi speciali con prefisso IY4.

INFO e REGOLAMENTO

Contributo annuo radioamatori 2024 ( classe unica)

Anche per l’anno 2024 il versamento è di 5 € e può essere effettuato con una delle seguenti modalità, preferibilmente a partire dal 1° di gennaio.

Per il Veneto

Conto Corrente Postale n. 16082307
Bonifico bancario IBAN IT55K 0760102 0000000 16082307

intestato a:
Tesoreria Provinciale dello Stato – Venezia
causale:
Contributo anno 2023 Radioamatore – nominativo

     Il versamento va effettuato entro il 31 Gennaio 2023 , per eventuali ritardatari c’è tempo sino al 30 giugno dell’anno in corso con una maggiorazione dello 0,5 % per ogni mese (Febbraio € 5,03 – Marzo € 5,05 – Aprile € 5,08 – Maggio € 5,10 – Giugno € 5,13).

conti correnti postali dei vari ispettorati :

  • Abruzzo – Molise: L’Aquila 13755673 ora accorpati con  Lazio o Puglia, leggi sotto.
  • Calabria: Reggio Calabria 528893
  • Campania: Napoli 23319809
  • Emilia Romagna: Bologna 722405
  • Friuli Venezia Giulia: Trieste 123349
  • Lazio – Abruzzo: Roma 89867006
  • Liguria: Genova 25971169
  • Lombardia: Milano 425207
  • Marche – Umbria: Ancona 145607
  • Piemonte – Valle d’Aosta: Torino 35533108
  • Puglia – Basilicata – Molise: Bari 711705
  • Toscana: Firenze 100503
  • Trentino Alto Adige: Bolzano 402396
  • Sardegna: Cagliari 21965090
  • Sicilia: Palermo 575902
  • Veneto: Venezia 16082307

Per i conti correnti vedere l’IBAN nei relativi siti degli ispettorati.

WORLD WIDE AWARD 2024

WORLD WIDE AWARD to celebrate the 150th anniversary of the birth of Guglielmo Marconi from 1 to 31 january 2024.

Bands HF , modes SSB , CW and Digital.

Special Event station list:

Assegnazione nominativi speciali per contest

In occasione di contest radioamatoriali è possibile richiedere , tramite la piattaforma web https://appradioamatori.invitalia.it/ , il nominativo provvisorio per le gare .

Il nominativo può avere un massimo di 4 caratteri alfanumerici ed è formato dalla lettera I (Italia) cui può seguire una seconda lettera a scelta tra B/O/I/P, seguita da una singola cifra che identifica la regione di residenza e da una lettera a scelta.

Di seguito il link per scaricare dal MIMIT la circolare con la lista dei contest cui è consentito la richiesta del nominativo speciale provvisorio :

ELETTRA 1931 a Verona

In occasione delle celebrazioni del 150° anniversario della nascita di Gulgielmo Marconi fisico bolognese nato il 25 aprile 1874 padre della Radio,  nel pronao di Palazzo Barbieri sede Comunale di Verona , è esposta l’antenna Elettra1931 di proprietà della famiglia Chiantera curatori del Museo della Radio di Verona.

nella foto da sinistra Francesco Chiantera e il consigliere Pietro Giovanni Trincanato

Museo della Radio facebook